Film italiani (parte uno).

Buongiorno!

Guardare film di un altro Paese è forse il modo migliore per immergersi nella sua cultura  quando si studia la lingua a chilometri di distanza.

Attraverso le pellicole, infatti, osserviamo dinamiche di vita, comportamenti umani, condizioni sociopolitiche, episodi storici, riferimenti culturali e luoghi urbani o naturali del territorio.

Inoltre, dal punto di vista dell’apprendimento linguistico, il film ci permette di riconoscere strutture e espressioni apprese, capirne meglio l’uso pratico e di impararne nuove. Fin dai primi mesi di studio della lingua, anche quando ancora non si capiscono tutti i dialoghi, è comunque un esercizio utile che aiuta ad abituare l’orecchio alla nuova lingua e a stimolare la curiosità.

Lo studente spettatore più esperto invece può osservare e imparare pian piano a riconoscere le variazioni diafasiche della lingua, quelle legate alla situazione comunicativa e al contesto, le variazioni diatopiche, quelle legate al luogo di provenienza, con le quali è più difficile entrare in contatto quando si studia la lingua all’estero, e le variazioni diastratiche, quelle legate alle differenze sociali e all’appartenenza a un gruppo.

Tutti questi aspetti si aggiungono alle emozioni che un bel film trasmette.

Vi suggeriamo a continuazione trailer o scene di  alcuni film che ci sono piaciuti particolarmente. Sono film di vari generi, anni, registi e registe  e ci auguriamo che li amiate anche voi e che vi risultino utili per fare passi avanti nel vostro apprendimento dell’italiano.

  1. Johnny Stecchino, regia di Roberto Benigni (1991).

 

2. Tutti giù per terra, regia di Davide Ferrario (1997).

3.  Smetto quando voglio, regia di Sydney Sibilia (2014).

4. Io sono Li, regia di Andrea Segre (2011).

5. Chiamami col tuo nome, regia di Luca Guadagnino (2017).

6. Il grande cocomero, regia di Francesca Archibugi (1993).

(scena).

7. Pane e tulipani, regia di Silvio Soldini (1999).

8. Le meraviglie, regia di Alice Rohrwache (2014).

9. La pazza gioia, regia di Paolo Virzì (2016).

10. Gli amici del bar Margherita, regia di Pupi Avati (2009).

 

Questi sono solo i primi dieci suggerimenti 🙂 Speriamo che possiate (ri)vederli e aspettiamo le vostre opinioni, in classe o qui :).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...