Ludovico Einaudi a Barcellona

Il 18 luglio Ludovico Einaudi presenta Elements, il suo ultimo lavoro,  al GUITAR BCN all’ Auditori del Fòrum di Barcellona.

Con Elements il pianista e compositore torinese esplora temi come la creazione dei miti, la tavola periodica, la geometria di Euclide, le opere di Kandisnky, l’importanza del suono e del colore, l’erba spontanea dei prati, le forme dei paesaggi..Nuove frontiere, a metà strada tra ciò che già conosceva e ciò che invece voleva esplorare.

L’artista descrive le sue creazioni come provenienti dalla musica classica, ma con influenze di diversi stili musicali che ha sperimentato nel corso della sua vita e che vanno dalla musica africana fino al Folk o il Rock.

La natura è sempre stata una fonte di ispirazione immensa per il pianista che ha da poco girato un video a favore della campagna di GreenPeace per fermare attività umane invasive, come le trivellazioni e la pesca intensiva, nell’Artico.

Per l’occasione ha suonato una sua composizione, Elegy for the Arctic, su una piattaforma galleggiante che sosteneva il pianoforte a coda fra i ghiacci del Polo Nord davanti alle coste delle isole Svalbard in Norvegia.

Buon ascolto e buona visione 🙂

 

Annunci

Carmen Consoli a Madrid!

Il 4 dicembre la “cantantessa” siciliana si esibirà a Madrid nella Sala Penelope ( Arguelles, Moncloa, Islas Filipinas).

La fama di Carmen Consoli ha ormai da tempo oltrepassato i confini italiani: ancora giovane  ha suonato in Etiopia per l’anniversario di morte di Bob Marley, è molto apprezzata negli Stati Uniti dalla critica musicale del New York Times, ha cantato con grandi artisti conosciuti in tutto il mondo tra i quali Patty Smith, a Torino in occasione degli MTV days, il compositore bosniaco  Goran Bregović, e il siciliano, apprezzatissimo qui Spagna, Franco Battiato.

Carmen Consoli è senza dubbio una delle migliori cantautrici dei nostri giorni: scrive canzoni impegnate e toccanti scegliendo sempre parole accurate con ritmi travolgenti e in questa tourné europea sarà accompagnata da una band al femminile .  Che altro aggiungere, non perdetevela!

Per chi vuole aggiornarsi, ecco la recensione del suo ultimo lavoro L’abitudine di tornare pubblicata su Il fatto quotidiano e una canzone tratta da questo album che parla degli sbarchi dei clandestini.

Verso l’alba avvistammo quella barca malandata
tracimante di persone che agitavano le braccia
un carico di tragica speranza

di vite inscatolate senza alcuna etichetta
Quella sera il nostro mare avrebbe riportato a riva
anche il resto del composito equipaggio senza vita
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore,
correte tutti è in onda il nuovo reality in mondo visione
A cosa servirà l’ennesima visita
di maghi e onorevoli, di sua maestà
e piangitori in posa che si disperano per tre euro l’ora.
E malgrado sapessero di commettere reato
di comune accordo i pescatori tesero la mano
in barba ad ogni amara conseguenza
seguirono la voce della propria coscienza.
Quella sera il nostro mare avrebbe riportato a riva
mappe, foto di famiglia, stracci e una scarpetta bianca.
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore,
non fatevi sfuggire questo nuovo show sensazionale
A cosa servirà l’ennesima visita
di cortesia e formale solidarietà
Su venghino signori ad ammirare il circo degli orrori
Chi governerà questa furia mediatica
parole d’autore intrise di dolore
Carnevale ha in serbo un nuovo carrozzone di promesse vane.

Franco Battiato torna a Madrid

Il sei settembre Franco Battiato torna a esibirsi sul palco del Circo Price in Ronda de Atocha a Madrid, dove aveva portato due anni fa l’album Apriti Sesamo.

Nella tournée europea ha presentato il suo ultimo disco, Joe Patti’s Experimental Group, un lavoro sperimentale, come appunto dice il titolo, con un ritorno alla musica elettronica che aveva caratterizzato la sua produzione iniziale degli anni Settanta, quando era l’unico in Italia ad usare il sintetizzatore VCS.

Tuttavia a Madrid ha detto che suonerà le canzoni più significative e conosciute della sua carriera, accompagnato da Carlo Guaitoli al piano, Angelo Privitera alle tastiere e il quartetto formato da Alessandro Simoncini (violino), Luigi Mazza (violino), Duccio Beluffi (viola) y Luca Simoncini (violoncello).

Vedere Battiato in concerto che suona sul suo tappeto persiano e scherza con il pubblico è sempre un piacere immenso, e ogni volta diventa unica e  indimenticabile. Affrettatevi a comprare i biglietti, ripassate le vostre canzoni preferite e save the date!