#2 Presenta ai tuoi compagni un cantante italiano che ti piace.

Elvira, una nostra bravissima studentessa del corso A2, ha presentato così Umberto Tozzi ai suo compagni di corso.

Buona lettura 🙂

Umberto Tozzi è considerato uno dei più grandi cantautori italiani, con più di 80 milioni di dischi venduti nel mondo.

È nato a Torino il 4 marzo del 1952. Suo fratello Franco faceva musica e Umberto ha iniziato a fare il chitarrista con lui.

Il suo primo successo è stato con la canzone Un corpo e un’anima con cui ha vinto la gara chiamata Canzonissima.

Nel 1977 esce Ti amo, una canzone che è stata cantata da molti artisti e in molte lingue.

Dopo, nel 1979, incide il suo più grande successo: Gloria.

La carriera di questo grande artista prosegue negli anni Novanta e anche oggi.

Recentemente Sergio Dalma ha cantato le sue canzoni ed hanno avuto di nuovo un grande successo.

#1 Presenta ai tuoi compagni un cantante italiano che ti piace.

Araceli, una nostra bravissima studentessa del corso A2, ha presentato così Franco Battiato ai suo compagni di corso.

Buona lettura 🙂

Franco Battiato è nato in Sicilia nel 1945. È un poeta, ma anche un pittore e un regista. Ha composto 237 canzoni e ha realizzato tutti i tipi di musica, dal pop al rock passando per la musica classica, l’Opera etc.

I testi e i titoli delle sue canzoni sono strani ed hanno un senso filosofico. Per esempio: Apriti Sesamo, Agnus, Anafase, Cariocinesi, Cento di gravità permanente.

Franco Battiato è cristiano, ma ha un’influenza della spiritualità orientale, della danza sufi e del canto gregoriano. Nelle sue canzoni troviamo le idee di San Juan de la Cruz.

I testi delle canzoni di Battiato sono molto critici con la corruzione e il consumo, lui difende una trasformazione dell’uomo e gli propone una vita più spirituale.

La prima canzone del suo ultimo album Torneremo Ancora inizia così:

Un suono discende da molto lontano
Assenza di tempo e di spazio
Nulla si crea, tutto si trasforma

La luce sta nell’essere luminosi
Irraggia il cosmo intero
Cittadini del mondo
Cercano una terra senza confine.

È un testo che parla della morte, è una canzone d’addio, molto triste, un abbandono del mondo.

Una delle sue poesie dice:

Quando incontri qualcuno ricordati che è un incontro sacro. Come lo vedi, ti vedi. Come lo tratti, ti tratti. Come lo pensi, ti pensi. Ricorda che attraverso di lui o ti perderai o ti ritroverai.

Battiato mi è sempre piaciuto, ma ora che lo conosco meglio gli voglio bene.

Qual è il vostro cantante o il vostro gruppo italiano preferito?

Rispondi a una domanda di un altro studente #4: quali sono i cantanti italiani più famosi in Spagna?

A questa domanda ha risposto Pablo del corso A1. Buona lettura!

Anche se non ascolto quasi mai musica italiana, devo ammettere che l’Italia è responsabile di molti musicisti che hanno fatto la storia.
Nei prossimi paragrafi elencherò quelli che durante la mia vita hanno avuto un posto nella mia playlist su Spotify.

LAURA PAUSINI
Il primo album che mi è stato regalato quando avevo cinque o sei anni era di Laura Pausini. Lei ha una fama incredibile in tutto il mondo, anche in America Latina.

TIZIANO FERRO
Anche Tiziano Ferro è uno dei cantanti che ho ascoltato più volte nella mia vita. La mia canzone preferita è Tardes Negras (Sere Nere).

 ANDREA BOCELLI
Se c’è una canzone che sicuramente hai cantato in un karaoke è Vivo per Lei. Tutti hanno sentito parlare di Andrea Bocelli.

EROS RAMAZZOTTI
Non hai bisogno di più di un minuto per riconoscere Più Bella Cosa. Eros Ramazzotti è famoso in mezzo mondo.

RAFFAELLA CARRA’
Non so se è principalmente famosa per la sua musica, dal momento che è stata presentatrice televisiva per molti anni in Spagna. Ad ogni modo ha insegnato a tutti dove si deve andare per fare l’amore.

NEK
Nek ha venduto oltre 10 milioni di dischi nel mondo, ed è uno dei cantanti italiani più famosi dei nostri tempi. In Spagna è diventato popolare per la canzone Laura non c’è.

PAVAROTTI
La musica italiana non sarebbe completa senza Pavarotti, considerato il più grande tenore dell’opera italiana. Hai solo bisogno di ascoltare Nessun dorma per essere d’accordo.

Rispondi a una domanda di un altro studente #3: se vado in Puglia cosa devo visitare?

Ecco la risposta di Eva. Buona lettura 🙂

La Puglia si trova nel tacco dell’Italia e ha un valore inestimabile: il calore di un popolo ospitale abituato ad accogliere i viaggiatori. Se vai in Puglia, potrai visitare le sue spiagge, i castelli, le oasi, e ammirare i suoi ulivi secolari.
La Puglia ha un lungo litorale con un’acqua bellissima, mentre in campagna c’è una forte e antica tradizione rurale.

Rispondi a una domanda di un altro studente #2: perché in Italia si mangia molta pasta? E come va cucinata?

A questa domanda ha risposto la nostra studentessa Anna. Buona lettura 🙂

Gli italiani mangiano circa 28 kg di pasta all’anno. La ragione è che fare la pasta ogni giorno è molto facile: con un investimento di tempo e denaro minimo, la pancia è piena.

Non è possibile stancarsi della pasta, perché si può cucinare in tanti modi: fredda, calda, con salsa, bianca …

La pasta va sempre cucinata al dente (la pasta molto cotta non è buona, e risulta complicata da digerire). Per fare la pasta si usa molta acqua di cottura, circa un litro per 100 grammi, e non è necessario mettere l’olio nell’pastaacqua. Sulla pasta puoi mettere tutti gli alimenti che vuoi, ma non devi mai mettere la crème fraiche per condire la carbonara: è un peccato!

Rispondi a una domanda di un altro studente #1: quali sono le spiagge migliori d’Italia e non molto turistiche?

A questa domanda ha risposto Patricia, una studentessa del gruppo del martedì, con dei preziosissimi consigli.

Buona lettura.

Da nord a sud, da est a ovest, si può visitare tutto in Italia. Un paese con un immenso patrimonio storico e culturale e anche tanta ricchezza naturale.

In gran parte circondata dal mare, uno dei suoi tesori è costituito dalle spiagge. Alcune sono tra le più belle nel Mediterraneo: è per questo che diventano molto turistiche. Ma ci sono ancora piccoli paradisi, meno conosciuti, dove è possibile goderci le spiagge in tranquillità, poiché non sono affollate.
Le isole offrono posti spettacolari …
In Sicilia vale la pena visitare la Riserva Naturale dello Zingaro, a Trapani. L’itinerario comprende cinque calette, e la più bella tra queste è la Caletta dello Zingaro. Se fai la passeggiata trovi spiagge nascoste tra le montagne.

20180818_130219
La riserva dello Zingaro

Molto vicine sono le Isole Egadi: Favignana, Levanzo e Marettimo. Scopri le loro cale e grotte. Immergiti nei loro fondali trasparenti. E osserva le loro caratteristiche fauna e flora con un giro in bicicletta.

Nell’isola di Lampedusa fai un bagno nell’impressionante e più visitata Spiaggia dei Conigli: il colore azzurro dell’acqua limpidissima è una meraviglia. Una curiosità: le tartarughe marine Caretta Caretta depongono qui le uova ogni anno, nelle notti tra maggio e agosto, per cui è un’area protetta e si può accedere solo di giorno.

In Sardegna c’è Cala Goloritzè, nell’Ogliastra: una natura selvaggia in contrasto con l’intenso turchese del mare, le scogliere e la vegetazione. Si raggiunge solo via are o camminando per circa un’ora.

Tornando alla penisola, nel tacco troviamo altri posti quasi “segreti” …

Nella riviera del Conero, nella costa delle Marche (a est), c’è la bellissima e bianca Spiaggia delle Due Sorelle. Ci si arriva solo via mare e si chiama così per i due scogli gemelli nel mare, che sembrano due suore che pregano.

Un’altra spiaggia da raccomandare si trova in Toscana ed è Cala Violina, nella regione della Maremma: sabbia bianca, acqua cristallina e verdi colline. A differenza della maggior parte delle spiagge in Italia è una spiaggia libera, gratuita: non ha bar, sdraio … è totalmente vergine. Questa bellezza non è solo visiva, ecco perché si chiama Cala Violina: quando si cammina sulla sabbia, si possono ascoltare note musicali che ricordano un violino.

 

Voluntariado en Italia en verano

Participar en un campo de voluntariado en Italia es una buena forma de practicar el idioma y conocer una realidad local, aportando nuestra ayuda a un proyecto y viviendo una experiencia intercultural inolvidable.

Os indicamos aquí algunas asociaciones que organizan o gestionan campos de voluntariado breves (de dos o tres semana):

Legaambiente, una asociación ambientalista muy conocida en Italia. En este enlace encontráis los campos de voluntariado de verano divididos por fecha, ámbito, edad y lugares. Para encontrar el proyecto que preferís, mirad esta tabla.

Lunaria, una asociación sin ánimo de lucro creada en 1992. Organiza campos internacionales en el extranjero y en Italia, como podéis ver en este enlace.

Emmaus: una asociación de solidaridad internacional cuyo objetivo es eliminar las injusticias. En este enlace encotráis sus campos de trabajo (los suelen publicar en primavera).

Si os apuntáis, esperamos que los disfrutéis y nos contéis vuestra experiencia a la vuelta :).

La moda a Ciudad Santo Domingo (Madrid)

Buongiorno! Ecco un testo di una delle nostre studentesse del corso Senior che ci parla della moda in una zona residenziale non lontana da Madrid, in cui ha vissuto per molti anni.

Ho vissuto a Ciudad Santo Domingo per 40 anni. È una zona residenziale che si trova a 30 km di distanza da Madrid. Le persone del quartiere avevano stili molto diversi nel vestire.

C’erano i giovani che vestivano all’ultima moda, con le ultime tendenze: jeans, magliette e scarpe da ginnastica, casual ma sempre firmati. Gli adulti invece, sia uomini che donne, sia anziani che sulla cinquantina, indossavano abiti classici ed eleganti soprattutto durante la settimana. Il fine settimana invece cambiavano stile e indossavano abiti sportivi per godersi la natura circostante, le pinete e i querceti, i giardini e  e le aree intorno alle villette che erano destinate allo sport come e le palestre e le piscine . Era un quartiere tranquillo, divertente e perfetto per tutte le età.

 

 

 

Un fine settimana a Madrid

Madrid è una città che offre molte attività divertenti al visitatore. Ecco alcuni consigli per il fine settimana.

  1. I madrileni sono molto simpatici, aperti e amichevoli ed amano interagire con tutti.
  2. Nel centro storico puoi trovare molte strade piene di storia. Divertiti come un madrileno perché qui non c’è differenza tra turisti e gente del luogo.
  3. Il clima non è molto estremo ma guarda le previsioni del tempo per avere gli abiti giusti per il fine settimana.
  4. I prezzi: a Madrid niente è economico; ti consiglio di prenotare l’albergo in anticipo e di guardare i prezzi prima.
  5. La sicurezza: Madrid è come qualsiasi altra città europea: devi stare attento e tenere bene sott’occhio il portafoglio, il cellulare e la borsa.
  6. Negozi: puoi trovare negozi e bar per tutti i gusti e per tutti i portafogli.
  7. Dove mangiare: Madrid ha molti ristoranti tradizionali. Goditi tutti i piatti tradizionali. Puoi consultare questa web per trovare i migliori ristoranti. Se hai nostalgia della pizza, leggi questo post.
  8. La sera Madrid ha molti bar, pub, locali dove bere qualcosa o andare a ballare.
  9. Numeri utili: se hai un problema chiama l’112.
  10. Musei e monumenti: compra i biglietti online così puoi avere tempo per altre cose.

Buon divertimento!