La moda a Ciudad Santo Domingo (Madrid)

Buongiorno! Ecco un testo di una delle nostre studentesse del corso Senior che ci parla della moda in una zona residenziale non lontana da Madrid, in cui ha vissuto per molti anni.

Ho vissuto a Ciudad Santo Domingo per 40 anni. È una zona residenziale che si trova a 30 km di distanza da Madrid. Le persone del quartiere avevano stili molto diversi nel vestire.

C’erano i giovani che vestivano all’ultima moda, con le ultime tendenze: jeans, magliette e scarpe da ginnastica, casual ma sempre firmati. Gli adulti invece, sia uomini che donne, sia anziani che sulla cinquantina, indossavano abiti classici ed eleganti soprattutto durante la settimana. Il fine settimana invece cambiavano stile e indossavano abiti sportivi per godersi la natura circostante, le pinete e i querceti, i giardini e  e le aree intorno alle villette che erano destinate allo sport come e le palestre e le piscine . Era un quartiere tranquillo, divertente e perfetto per tutte le età.

 

 

 

Annunci

Grazie a tutt* / Gracias a tod@s

Grazie mille!

Buongiorno!

Anche quest’anno scolastico, il nostro quarto anno con Centro Lingua Italiana, sta per finire.

Molti studenti sono già in vacanza da qualche settimana 🙂 e anche il nostro team sta per partire  🙂 ma non senza prima avere ringraziato tutt* !!!

Grazie mille per il vostro interesse, per i vostri consigli e le vostre idee, per essere venuti sempre a lezione con un sorriso (anche nelle lunghe settimane di pioggia a Madrid), per aver collaborato con i compagni e le compagne del corso, e per la vostra curiosità per la lingua e la cultura italiana. Grazie a chi in azienda è venuto sempre a lezione spensierato lasciando sulla scrivania lo stress accumulato nella giornata e i mille appuntamenti in agenda.

Congratulazioni per i traguardi raggiunti 🙂 e in bocca al lupo ai più giovani che a settembre andranno in Erasmus in Italia.

Vi auguriamo di trascorrere un’estate indimenticabile e vi aspettiamo a settembre :).

Ecco alcune foto ricordo dell’anno!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un forte abbraccio dal  nostro team!

 

 

L’imperfetto e la lista nostalgica

Un gruppo di studenti di italiano, per ripassare l’imperfetto, ha preparato una lista nostalgica pensando a com’erano i loro Paesi di provenienza (il Venezuela e la Spagna) negli anni ’80 e ’90, quando erano piccoli.

Ve la riportiamo così potrete esercitarvi anche voi coniugando i verbi tra parentesi e aggiungere le cose che più vi mancano della vostra infanzia /adolescenza.

  1. Non ___________________ (esistere) il GPS e quindi ________________(noi-dovere) usare la cartina per cercare le strade o chiedere informazioni ai passanti.
  2. Sull’autobus __________________ (esserci) il bigliettaio e _________________ (bisognare) pagare a lui il biglietto.
  3. Non ______________________(noi-avere) il cellulare e dovevamo arrivare in orario.
  4. Senza Internet_____________________ (noi -dovere) cercare tutte le informazioni sui libri o sull’Encarta in CD-rom.
  5. Ai concerti la gente __________________ (usare) l’accendino e non la luce del telefonino.
  6. Le figurine non erano adesive e _________ (essere) necessario usare la colla.
  7. Non si _________________ (potere) salvare le partite dei videogiochi.
  8. Non ____________________(noi – fare) selfie perché non ____________ (sapere) come veniva la foto.
  9.  Quando _________________ (noi – viaggiare) ______________________ (scrivere) cartoline.
  10. In TV ______________ (esserci) solo due canali che ________________ (trasmettere) poche ore al giorno. La sera, dopo l’ultimo spettacolo ________________ (suonare) l’inno nazionale.