Impressioni di un viaggio di lavoro in Italia

Mancano anche a voi i viaggi di lavoro in Italia? Un nostro bravissimo studente del corso di italiano in azienda ci ha raccontato il suo primo viaggio di lavoro a Torino 🙂

La prima volta che sono andato in Italia per lavoro ho visitato Torino. Al mio arrivo ho preso un taxi per andare in centro. Devo dire che la prima impressione non è stata molto buona perché abbiamo attraversato una zona un po’ trascurata. Tuttavia, quando siamo arrivati in centro le cose erano molto diverse. Il mio hotel, infatti, era in un bel palazzo vicino a una piazza dove c’era molta gente che mangiava e beveva. Dopo aver lasciato le valigie in albergo, ho trovato un ristorante per cenare dove ho mangiato molto bene. Ho preso un antipasto misto e una pizza al salamino piccante.

La mattina dopo sono andato in ufficio a piedi e con l’aiuto del cellulare per arrivare bene. La prima persona che ho conosciuto è stato il recepcionist che parla un po’ di spagnolo e mi ha spiegato come arrivare all’ufficio dove c’era la riunione. Mi ha anche offerto un caffè espresso prima della riunione e mi ha raccomandato alcuni ristoranti per mangiare. La riunione è andata bene, tutti parlavano in italiano, ma la mia parte l’ho fatta in inglese perché non parlavo ancora bene italiano.

La vista dalla sala della riunione, che si trova all’ottavo piano, era magnifica. Quando la riunione è finita, siamo andati a un ristorante alle… 12:30: l’ora di pranzo in Italia! Dopo ho potuto camminare a piedi lungo le strade vicine all’ufficio. E ho scoperto Via Garibaldi, la strada più commerciale di Torino che era piena di gente. Ho anche visitato i posti piu turistici di Torino come il Palazzo Reale, la Mole Antoneliana o il museo Egizio, ma li ho guardati solo da fuori senza entrare perché non avevo molto tempo. Per finire la giornata ho provato una delle raccomandazioni dei miei colleghi: ho ordinato la pizza un’altra volta. Questa  volta però una pizza con la burrata nel centro che credo che sia la mia favorita!

Spero di poter tornare in Italia per qualche riunione presto!

E voi, avete mai fatto un viaggio di affari in Italia?

Potete raccontarcelo scrivendoci a: info@centrolinguaitaliana.es 🙂

¿Quieres aprender italiano en tu empresa?

¿Quieres aprender italiano directamente en tu empresa con una de las profesoras nativas de nuestro team de Centro Lingua Italiana by Redyviva?

Nos dedicamos a la enseñanza del italiano para extranjeros, desde el nivel principiante hasta la formación intercultural en comunicación en entornos empresariales.

Nuestros cursos están pensados para situaciones de comunicación real y están diseñados a medida de las exigencias de los alumnos.

A continuación encontráis nuestra oferta formativa para las empresas:

  • Cursos para principiantes.

Los cursos para principiantes están dirigidos a los alumnos que quieran alcanzar los niveles A1 y A2 del Marco Común Europeo. Para estos niveles básicos se utiliza una metodología estándar que permite adquirir las competencias comunicativas propias del nivel deseado, en cursos de entre 30 y 50 horas de duración, individuales o en pequeños grupos. Para los alumnos que no necesiten completar un nivel y solo quieran adquirir competencias básicas, ofrecemos un CRASH COURSE – curso intensivo para romper el hielo – de 15 horas que les permitirá desenvolverse en situaciones cotidianas a lo largo de un viaje o de un encuentro de trabajo.

Cursos nivel intermedio y alto.

Los cursos para niveles intermedio y alto están dirigidos a estudiantes que quieran adquirir las competencias de los niveles B1, B2, C1. Para estos niveles utilizamos materiales específicos, pensados para las necesidades de la comunicación en el entorno empresarial, junto con materiales audiovisuales y simulaciones de situaciones de comunicación significativas para los alumnos.

Preparación para videoconferencias.

Minicursos  de mínimo 10 horas para aprender a desenvolverse de forma efectiva en situaciones de conversación no presencial; el material y los objetivos se ajustan a las necesidades específicas de los alumnos.

Preparación para reuniones y presentaciones.

Cursos de mínimo 20 horas que quieren desarrollar las habilidades de comunicación necesarias para hablar en público y ser efectivo a la hora de comunicar ideas y negociar objetivos .

 

Traducciones.

Nuestro equipo de traducción realiza traducciones de textos propios del ámbito empresarial: traducción de circulares, folletos informativos, emails, documentos oficiales, fichas técnicas, diapositivas para las presentaciones, publicidad, informes, balances y auditorias.

 

Escríbenos o llámanos para recibir más información y obtener tu presupuesto 🙂
☎️ +34 910 136 922
📱: +34 695 589 085
📧: info@centrolinguaitaliana.es

 

 

 

 

Traguardi e occasioni per parlare l’italiano

Arrivati a fine anno scolastico stiamo tirando le somme insieme agli studenti e alle studentesse per complimentarci con loro per i traguardi raggiunti in questo primo / primi anni di studio dell’italiano, per riflettere sugli obiettivi personali e sulle scoperte che restano da realizzare. Pensando all’estate, ci siamo scambiati delle idee sugli spunti per l’apprendimento informale che potrà continuare anche durante la pausa estiva.

Alle domanda che cosa provi quando entri in contatto con la lingua italiana? e in quali occasioni parli italiano? alcuni studenti hanno risposto così:

Mi sento gratificata perché adesso capisco molto di più. Per esempio, mentre lavoro ascolto spesso  una lista di spotify mista dove c’è anche una canzone italiana. L’altro giorno all’improvviso mi sono accorta che capivo tutto il testo di Torpedo Blu.

 

Quando vado a Milano per lavoro ho le basi per poter comunicare. Se devo usare un tempo verbale che non conosco ancora chiedo ai miei colleghi “come si dice faccio, ma al condizionale?” e loro mi spiegano che si dice “farei” e così possiamo parlare in italiano.

Adesso quando cammino per le strade di Madrid e vedo dei turisti italiani che si sono persi gli chiedo: posso aiutarvi? E gli do indicazioni in italiano. È divertente. L’altro giorno ho aiutato dei turisti vicino al Calderón.

Ora capisco molto di quello che dice Valentino Rossi nelle interviste e sono felice. Adoro tutto ciò che proviene dall’Italia: l’Opera, l’arte, la cultura e ho sempre amato il mondo antico e ora che capisco un po’ la lingua lo apprezzo di più.

 

Non ho amici italiani ma per esempio adesso capisco tutto quello che dice l’insegnante e capisco bene gli audio. Sono un po’ timida, anche in spagnolo, ma in classe mi sento a mio agio quando parliamo. Voglio fare un viaggio in Italia per conoscerla meglio e parlare con la gente.

Mi manca ancora molto vocabolario e per questo quest’estate voglio provare a leggere dei libri di letteratura in italiano. Come si dice reto? Sì, è una sfida

Per me l’italiano è sempre stato la lingua dell’allegria. Ora quando lo parlo sono allegra. 

 

E tu? che cosa provi quando parli l’italiano? 🙂

 

Sapete com’era la vita in Venezuela negli anni ’70?

La nostra bravissima studentessa venezuelana Nina ci ha mandato questo testo per raccontarci com’era la vita nel suo Paese negli anni Settanta.

Buona lettura 🙂

Negli anni ’70 il Venezuela si conosceva come “Venezuela Saudito” dovuto alla grande crescita  economica grazie ai prezzi eleveti del petrolio. Questo ha causato un grande aumento della popolazione urbana. Più della metà dell’economia era basata sul settore terziario. Come negli Stati Uniti il film La febbre del sabato sera ha influenzato la moda e la musica. I venezuelani ballavano musica disco e portavano pantaloni a zampa di elefante e le zeppe.  In quegli anni la televisione iniziava ad essere a colori con il programma di Renny Ottolina che era il giornalista più influente del momento. Quasi tutti i programmi erano di musica e varietà. Con l’influenza de La Fania, che in quel momento viveva il suo apice, hanno cominciato a nascere importanti gruppi di salsa come la Dimensión Latina che era uno dei gruppi di salsa più famosi in America Latina.