Sette giorni qua e là per la Spagna

Buongiorno.

Le nostre studentesse del corso intensivo di settembre hanno preparato questo post con dei consigli per visitare la Spagna, vedendo molti luoghi in poco tempo e con un budget abbastanza alto. Speriamo che tutti o alcuni di questi consigli possano esservi utili :).

Buona lettura 🙂

Arrivate a Barcellona di lunedì. Lasciate i bagagli in albergo e poi visitate la Sagrada Familia, il quartiere gotico e passeggiate lungo la Rambla di sera e cenate lì. Il giorno dopo andate al Park Güell e poi prendete la teleferica fino al Monastero di Montserrat. Da lì riprendete le valigie e poi andate alla stazione di Sants e prendete il treno espresso per Madrid, chiamato AVE. 

Arrivate in meno di tre ore alla stazione di Atocha e, se siete stanchi, prendete il taxi fino alla rotonda di Nettuno, dove si trova l’Hotel Palace. Questa sera vi consigliamo di cenare nel quartiere La Latina da Casa Lucio o vicino alla Piazza Maggiore da Casa Botín, due ristoranti molto tipici.

La mattina dopo andate al museo del Prado e poi al Palazzo Reale e anche nella piazza di  Opera per un caffè. Oggi pranzate alla Taverna dell’Alabardero e poi passeggiate fino alla Puerta del Sol. Se non avete visto la Piazza Maggiore ieri, visitatela ora.

Prendete l’ultimo Ave per Siviglia e dormite all’hotel Hilton.

La mattina visitate l’Alcazar, la Cattedrale e salite sul campanile, La Giralda, la torre dell’Oro e il giardino di Murillo, e la Piazza di Spagna dove potete fare un giro in barca.

Poi prendete un treno per Tarragona e arrivate all’Hotel di Port Aventura e riposatevi nel parco. Non potete perdervi il Drago Khan e il parco acquatico.

Il sabato rilassatevi nella spiaggia di Salov e godevi il fine settimana.

La domenica sera prendete il treno per l’aereoporto del Prat a Barcellona per il volo di ritorno a casa.

 

Se avete più tempo potete seguire questo itinerario ma in modo più rilassato (guardate questi consigli per Madrid) per due settimane e magari visitare anche Granada e la costa Brava :).

Caunedo, un paesino incantato

L’altro giorno in classe uno dei nostri studenti ci ha parlato di Caunedo, un paesino da favola nelle Asturie. Non lo conoscevamo e ci è venuta subito voglia di andarci.

Si tratta di un vero gioellino in mezzo ad una valle suggestiva sia d’estate quando è verde e luminosa, sia d’inverno quando il bianco della neve la rende un luogo incantato.

Oltre che per il paesaggio magico, Caunedo colpisce  chi la visita anche per la fauna. Il paesino si trova infatti nel parco naturale di Sausedo, un’area protetta per la presenza degli ultimi esemplari di orsi bruni esistenti in Spagna. Se ci andate in estate, potrete avvistare gli orsacchiotti appena nati.

Vi consigliamo di programmare una visita di qualche giorno per poter ammirare il paesaggio, percorrere alcuni dei molti sentieri, riposarvi sulle rive dei laghetti di montagna e assaporare ogni giorno una specialità gastronomica asturiana differente.

Buon viaggio e aspettiamo le vostre foto e le vostre opinioni.